Comunità con le vittime


Comunità con le vittime – con questo slogan, la Chiesa in Polonia celebrerà la Giornata di preghiera e di espiazione per il peccato di abuso sessuale su minori il primo venerdì di Quaresima - 19 febbraio 2021. Le persone ferite in questo modo hanno il diritto di contare sul fatto che nel lungo e difficile percorso di recupero non mancherà loro anche il sostegno spirituale dell'intera comunità ecclesiale – sottolinea Mons. Wojciech Polak, Delegato della Conferenza Episcopale Polacca per la protezione dei bambini e dei giovani.

La Chiesa in Polonia – rispondendo all’appello di papa Francesco – riprende nuovamente l’iniziativa pastorale della Conferenza Episcopale Polacca, della Giornata di preghiera e penitenza per il peccato di abusi sessuali sui minori. – Il nostro coinvolgimento con la preghiera solidale, col digiuno e con altre azioni penitenziali deriva dalla profonda convinzione che oltre a fornire il necessario aiuto psicologico alle vittime, a intraprendere azioni legali e penali specifiche nei confronti dei perpetratori, nonché un’ampia educazione e prevenzione sociale prevenendo simili drammi, come comunità ecclesiale ci dobbiamo anche porre davanti a Dio con spirito di preghiera, penitenza e attività di carattere pastorale – sottolinea Mons. Wojciech Polak, Delegato della Conferenza Episcopale Polacca per la protezione dei bambini e dei giovani.

Nella giornata di preghiera e penitenza per gli abusi sessuali su minori, venerdì 19 febbraio, si celebrerà la S. Messa alle ore 7.00, trasmessa dal Santuario da Jasna Góra per l'intenzione delle vittime. Sarà presieduta da padre Bogumił Kempa, delegato della Diocesi di Kalisz per la protezione dei bambini e dei giovani. Questa intenzione sarà espressa anche durante la preghiera della Coroncina alla Divina Misericordia alle ore 15.00 dal Santuario di Cracovia-Łagiewniki. Il giorno prima, l'Appello di Jasna Góra alle ore 21.00 sarà guidato da padre Łukasz Knieć, delegato per le vittime di abusi della diocesi di Opole.

Il materiale pastorale per la Giornata di Preghiera e Penitenza per il peccato di abuso sessuale sui minori preparato dall’Ufficio del Delegato della Conferenza Episcopale Polacca per la Protezione dei Bambini e della Gioventù contiene materiale liturgico utile e testi di riflessioni: Via Crucis, il Rosario, e l’intenzione della Coroncina alla Divina Misericordia. – Le meditazioni della Via Crucis preparate per quest’anno mostrano che ci sono persone e istituzioni che si assumono “la responsabilità del dolore dei nostri fratelli, feriti nel corpo e nell’anima”, che li accompagnano in modo molto concreto. La loro esperienza di lavoro con le vittime e la sensibilità al dolore delle persone vittime di abusi sessuali sono chiaramente visibili in queste riflessioni, osserva padre Piotr Studnicki, Direttore dell’Ufficio del Delegato della Conferenza Episcopale Polacca per la protezione dei bambini e dei giovani. Un impiegato del Tribunale Ecclesiastico, il Delegato Diocesano per la protezione dei bambini e dei giovani, rappresentanti del Punto di Consultazione Regionale per le vittime nella Chiesa con sede a Poznań, del Centro per la Protezione dei Bambini e dell’Iniziativa “Feriti nella Chiesa” – sono alcuni degli autori delle meditazioni. I testi che hanno elaborato sono una preghiera per “cuori sensibili al grido dei nostri fratelli e sorelle feriti”, un incoraggiamento a “sollevare coraggiosamente chi è sopraffatto dalla croce di esperienze dolorose”, ad “ascoltare con delicatezza e gratitudine coloro che vivono con il trauma dell’abuso sessuale – approfondito maggiormente dall’incredulità di ciò che hanno vissuto e dal minimizzare le loro ferite”. Il materiale è completato da un elenco di istituzioni che lavorano in favore di minori vittime di violenza sessuale e per la protezione dei bambini e dei giovani nella Chiesa in Polonia.

In collaborazione con i padri spirituali delle persone lese e la Fondazione San Giuseppe della Conferenza Episcopale Polacca, è stato realizzato anche il sito web wspolnotazezranionymi.pl (comunità con le vittime), dove sono stati pubblicati materiali per la Giornata di Preghiera e Penitenza per il peccato di abuso sessuale su minori.

Il sito web sarà un aiuto permanente per tutti coloro che desiderano fornire sostegno spirituale e pastorale a persone che sono state ferite con abusi sessuali in ambienti ecclesiastici. Sacerdoti, leader di gruppi parrocchiali e movimenti possono trovare materiali sul sito www.wspolnotazezranionymi.pl per accompagnare le vittime e animare la sensibilità nelle comunità. Le persone ferite troveranno i dettagli di contatto dei padri spirituali delle vittime, che forniscono supporto spirituale. – Il sito è in fase di sviluppo, prevediamo di integrarlo a breve con la possibilità di aggiungere intenzioni e, d’altra parte, di segnalare gruppi e parrocchie che durante l’anno pregano per le vittime – ha annunciato padre Studnicki. – Vogliamo che le persone ferite sentano in ogni momento il sostegno spirituale dell’intera comunità della Chiesa – sottolinea il Direttore dell’Ufficio del Delegato della Conferenza Episcopale Polacca.


(traduzione: Ufficio per le Comunicazioni Estere della Conferenza Episcopale Polacca)


2021-02-17





ULTIMI POST