Dichiarazione del Delegato per la Tutela dei Minori della Conferenza Episcopale Polacca a seguito della pubblicazione della relazione della Commissione che ha indagato sul caso di P. Paweł M.


È con grande dolore e tristezza che sono venuto a conoscenza dei risultati del lavoro della Commissione degli esperti che hanno indagato sul caso di padre Paweł M. e sulla condotta dei superiori religiosi.

Desidero soprattutto esprimere la mia vicinanza, la mia compassione e il mio supporto alle vittime che, sebbene fossero adulte si sono rivelate indifese contro la psico-manipolazione basata sulla pseudo-teologia, e anche contro la violenza fisica e l’abuso sessuale da parte del religioso.

Purtroppo, esse sono state ferite anche dalla mancanza di comprensione e sostegno da parte delle autorità dell’Ordine Religioso.

Tutti noi siamo grati e dobbiamo rispetto a queste persone per il loro coraggio e la determinazione nel palesare il male che hanno vissuto e con le cui conseguenze si stanno confrontando fino ad oggi.

Ringrazio anche coloro che sono coinvolti nel lavoro della Commissione. So quale enorme lavoro hanno fatto e quanto è stato pesante per loro. Non ho dubbi che l’abbiano fatto guidati da una genuina sollecitudine per le vittime e per un vero amore per la Chiesa. Sono pure vicino ai frati domenicani, e anche a coloro che essi servono.

Apprezzo il coraggio e l’umiltà di stare dalla parte della verità, che ferisce e imbarazza, ma anche purifica e consente la guarigione.

Tutti nella Chiesa, dobbiamo trarre le conclusioni dal lavoro della Commissione e, in particolare, prendere a cuore le sue raccomandazioni per stare inequivocabilmente dalla parte delle vittime e proteggere efficacemente i più deboli.

Estendo il mio sincero sostegno anche ai sacerdoti buoni e zelanti e ai religiosi che affronteranno immeritatamente le conseguenze della rivelazione degli eventi scandalosi in questa materia nel loro lavoro quotidiano e nei rapporti con le persone.

Prego per tutti noi che siamo feriti e scandalizzati da questo male, affinché da questa prova possiamo uscirne rafforzati, confidando che Gesù è con noi in questa dolorosa esperienza.

+ Arcivescovo Wojciech Polak

Metropolita di Gniezno, Primate di Polonia
Delegato per la Tutela dei Minori
della Conferenza Episcopale Polacca


2021-09-14





ULTIMI POST