Zgloskrzywde.pl – nuovo sito web


È stato lanciato il sito web zgloskrzywde.pl, contenente informazioni utili a persone che sono state lese nella sfera sessuale durante la loro infanzia o adolescenza, o che sono a conoscenza di offese o incuria nel chiarire tali questioni nella Chiesa.

Dove posso ottenere supporto prima di segnalare ufficialmente il danno? A chi denunciare gli abusi sessuali nella chiesa? Quali sono le responsabilità di una persona che è a conoscenza di offese nella Chiesa? – la risposta a queste e altre domande può essere trovata sul sito web zgloskrzywde.pl. Questa è una semplice guida online – per le persone che sono state vittime di abusi sessuali nella loro infanzia o che hanno informazioni su tali crimini – preparata dall’ Ufficio del Delegato della Conferenza Episcopale Polacca per la Protezione dei Bambini e della Gioventù e dalla Fondazione San Giuseppe della medesima Conferenza.

Il sito non solo presenta in modo chiaro e trasparente i recapiti dei delegati per la protezione dei bambini e dei giovani nelle diocesi e negli ordini religiosi che sono responsabili della ricezione delle segnalazioni delle vittime, ma anche i recapiti degli ecclesiastici ai quali si può chiedere sostegno spirituale. Contiene inoltre molte informazioni utili.

Sul sito web è pubblicato il catalogo dei diritti delle vittime, che raccoglie informazioni di cui le stesse vittime a volte non sono a conoscenza. Ad esempio, il fatto che possono incontrare un delegato fuori dai locali di un istituto ecclesiastico o che possono essere accompagnati da una persona di fiducia di loro scelta nelle attività esplicative e processuali – spiega Marta Titaniec del consiglio della Fondazione San Giuseppe della Conferenza Episcopale.

Zgloskrzywde.pl ricorda anche gli obblighi di chi sa di aver commesso, preparato o tentato di commettere atti proibiti. La mancata comunicazione ai servizi competenti (procura o polizia) di abusi sessuali su minori di età inferiore ai 15 anni, ai sensi dell’art. 240 § 1 del codice penale è punibile con la reclusione fino a 3 anni. – La legge ecclesiastica è più restrittiva di quella laica e criminalizza qualsiasi attività sessuale di un ecclesiastico nei confronti di minori fino ai 18 anni e nei confronti di persone con ritardo mentale o malattia mentale. Ecco perché è importante denunciare i crimini anche ai rappresentanti della Chiesa – sottolinea il Rev.do Piotr Studnicki, direttore dell’Ufficio del Delegato della Conferenza Episcopale Polacca per la protezione dei bambini e dei giovani. E aggiunge che ogni ecclesiastico o persona consacrata è obbligato a denunciare i crimini di cui sopra all’autorità ecclesiastica competente.

Il sito web zgloskrzywde.pl fornisce anche informazioni su dove segnalare la mancata protezione dei minori nella Chiesa. Pensando alle persone che hanno cercato di denunciare offese, ma hanno incontrato difficoltà nel segnalarlo alla Chiesa, abbiamo lanciato un indirizzo e-mail separato: zgloskrzywde@fsj.org.pl. Le osservazioni sul sistema ecclesiale di segnalazione e supporto alle vittime possono essere comunicate anche per telefono. Dal 1 dicembre di quest’anno un rappresentante della Fondazione è reperibile al telefono il martedì mattina e il giovedì sera – informa il Rev.do Grzegorz Strzelczyk del Consiglio della Fondazione San Giuseppe della Conferenza Episcopale Polacca. Informazioni dettagliate possono essere trovate sul sito web zgloskrzywde.pl.

La Fondazione San Giuseppe della Conferenza Episcopale Polacca è un'opera di aiuto e sostegno per le persone che hanno subito abusi sessuali durante l'infanzia o l'adolescenza nella comunità ecclesiale. Per quanto possibile, la fondazione con la sua attività vuole sostenere anche coloro che subiscono offese sessuali da persone che non hanno legami istituzionali con la Chiesa. Autorizzata con decisione 384 dell'Assemblea Plenaria della Conferenza Episcopale Polacca (8 ottobre 2019), la Fondazione San Giuseppe ha iniziato la sua attività all'inizio del 2020.

2020-12-09





ULTIMI POST